Se una notte distrattamente analizzassimo le priorità dell'esistenza spogliandole da tutte le inutili facezie di cui l'uomo si circonda, quale dato ultimo risulterebbe determinante nell'esistenza dell'uomo? Quale elemento tanto unico quanto universale, ne determina l'appartenenza al mondo materiale e lo rende di per sé unico nella qualità, ma simile agli altri nella sostanza? Non è, forse il tempo limitato a noi concesso su questa terra l'unico elemento comune, l'unica verità che di per sé accomuna gli uomini? E che cosa è il tempo, cosa vuol dire avere un tempo limitato, avere una data di scadenza, avere un inizio ed una fine. Il tempo di per sé è un concetto semplice, comune a tutti gli uomini. facilmente intuibile, facilmente comprensibile. Tutto è scandito dal tempo. Tutto ha un suo tempo ed il tempo ha un suo costo.

Giuseppe D'Amico

Inizia così la nostra operina Se una notte…distrattamente

Un incipit che vuole essere il  Manifesto del nostro BLOG,

Se realmente spogliamo l’esistenza del superfluo – oltre al tempo – un’altra innegabile verità comune è la ricerca della bellezza, la ricerca del mistero e di come qualcosa possa suscitare nell’altro emozione ed ammirazione. Ma cos’è la bellezza e quali sono i canoni che la definiscono?

Sono immutabili o evolvono così come l’uomo evolve? Sono universali o ad ogni uomo il creato suscita ideali di bellezza diversi? E qual è il senso del creare bellezza…che trascenda il tempo la storia e la dimensione di caducità umana?

La musica e l’arte in genere che ruolo hanno? Sono solo bellezza o traducono la vita nella sua interezza, incorporando una moltitudine di sentimenti di cui è fatta la materia umana? Il bello è solo armonia o può essere un’emozione scaturita da paura o da amarezza?

Cosa è veramente bello e come si traduce nella società di oggi, così forte e fragile al tempo stesso?

Ecco il declinato in campo musicale e più in generale nella materia artistica, in cui mensilmente cercheremo di dare un perché alla bellezza e al tempo, analizzandone a pieno alcuni esempi e forme.

 

IL BLOG SI PUO’ ANCHE ASCOLTARE! 

A fine pagina le interviste di Sara Moro ai protagonisti del panorama musicale italiano e internazionale. 

Umiltà contemporanea

Cari lettori, a vostro avviso in che consiste essere “contemporanei”? Vivere oggi ci pone di fronte ad un mondo sempre cangiante ed al contempo statico, a paradigmi validi per poco tempo e subito falsificati attraverso dei nuovi, ad un sistema

Leggi Tutto »

Globalizzazione. L’arte del futuro

Questa volta sento la voglia di scrivere apparentemente d’altro dalla musica. Il tema: la globalizzazione. Come acquisito, la lunga prima fase della globalizzazione ha maturato la sua prima crisi. Prevista dagli analisti più avveduti si stima che possa durare un

Leggi Tutto »

Il riflesso sonoro della società

Arte o politica? Trascendenza o praticità?E se non fosse necessaria una scelta? Se queste fossero, invece, facce della stessa medaglia? Ci piace pensare che un musicista sia un essere “fatato” racchiuso in una bolla magica, capace di creare una comunicazione

Leggi Tutto »

La SIMC, l’Accademia e la felicità!

I tre giorni che la Fondazione Accademia Ducale di Pietragalla ha voluto dedicare al Centenario della SIMC sono stati un successo. Come si misura il successo di una tavola rotonda, di un convegno, di un workshop, di un concerto di

Leggi Tutto »

LE INTERVISTE DEL NOSTRO BLOG - A cura di Sara Moro

CONDIVIDI

Facebook
Twitter
LinkedIn